Qual era il difetto fatale di Amleto?

Qual era il difetto fatale di Amleto?

Amleto è molte cose: studioso, oratore, attore, principe. La sua grandezza si manifesta in tutte le attività, tranne una: la sua inattività. Per qualche ragione, Amleto non è in grado di vendicare la suala morte del padre senza un notevole ritardo. C’è un grosso difetto nel personaggio di Amleto che lo induce a posticipare l’omicidio di Claudio.
Credo che questo difetto sia l’idealismo di Amleto. Mentre questo è certamente un buon tratto, in questo caso, a causa dell’ambiente di Amleto e delle circostanze che gli accadono, la sua natura causa grandi conflitti in lui.
Era dotato di una grande mente che usa ampiamente. Amleto crede che le cosedovrebbe essere intrinsecamente buono, e che le motivazioni delle persone dovrebbero essere giuste. Di conseguenza, ha una grande quantità di difficoltà nel venire a patti con tutto il male che è intorno a lui in un mondo corrotto. Come ha detto Amleto stesso, “‘Tis un giardino senza erbacce che cresce a seme; Le cose rango e lordo in natura possiedono semplicemente” (Atto I, sc ii).
Ci si chiede come Amleto possa interagire con il suo ambiente come fa lui; ha aludedmany volte che la vita è piena di male e inganno. Dice a Rosencrantz che il mondo èuna prigione, in effetti, “una prigione considerevole, in cui ci sono molte prigioni, celle e dungeon.”(Atto II sc ii).
Ci si potrebbe anche aspettare che sia una persona molto amara, ma non lo è. A volte è in grado di sopprimere la sua rabbia nei confronti della vita in “prigione”, a volte no. Questa rabbia, però, accoppiato con il suo bisogno di vendetta, pone una grande quantità di stress su Amleto. Alla fine, questo stress divenne così grande che lo costrinse ad agire.
Ma perché ha aspettato fino a “point break” per fare qualcosa? Forse Amleto non è sicuro, anchenella sua vasta esperienza e conoscenza, la giustizia meteorologica dovrebbe essere lasciata nelle sue mani; nonostante le ammonizioni del fantasma che dovrebbe. Sono d’accordo con la convinzione che sia difficile, “inun mondo astuto e ingannevole, per dire all’uomo buono dal criminale.”(Baron’s Book Notes). Quindi, la sua morale lo guida ad essere assolutamente sicuro della colpa di suo zio, e non avere una reazione affrettata emotivamente basata.
Un altro motivo principale del ritardo di Amleto ha ancora una volta a che fare con la sua morale e idealismo. Poiché possiede una mente così forte, può trovare molte possibili cause ed effetti peraffari di tutti i giorni. Quando si tratta di affari tutt’altro che ordinari, come l’omicidio di suo padre,”… la tonalità nativa della risoluzione è malata con il pallido cast di pensiero…”(Atto III sc i).
Suggerisco anche che forse Amleto non è in grado di comprendere veramente i motivi malvagi delle persone,a causa della sua stessa natura idealistica. Ne conseguirebbe, quindi, che avrebbe avuto grandi difficoltà a commettere un atto di tale violenza brutale. L’azione che Amleto è stato comandato dal fantasma di intraprendere va contro Amleto in un modo molto fondamentale, fondamentale. “Il fatto che Hamlet sia una persona pensante e sensibile, consapevole dei punti buoni e cattivi in ogni passo che prende, rende l’atto di vendetta particolarmente doloroso per lui. La vendetta non è cristiana,e Amleto è un principe cristiano; non è razionale, e Amleto è un filosofo; non è gentile, e Amleto è un gentiluomo” (Note del libro del barone).
Alla fine, tuttavia, non è il senso del bene e del male di Amleto che lo carica alla vendetta;piuttosto, la morte di suo zio avviene in un calore di passione. Sebbene riconosca che l’omicidio è un peccato grave, sa anche che deve vendicare la morte di suo padre – non poteva continuare a vivere sapendo che non era in grado di mettere a riposo l’anima di suo padre: “I miei pensieri siano sanguinosi o non valgano nulla” (Atto IV sc IV).
Infatti, verso la fine del gioco,egli non gettare ogni dubbio sulla sua linea di condotta, dicendo che “C’è una provvidenza speciale nella caduta di un passero” (Atto V sc ii). Così, egli ha adottato un punto di vista fatalistico che egli ritiene “giusto” (e che mantiene con la idealistictheory) e promette a se stesso di non lasciare che la sua decisione vacillare.
In conclusione, credo che sia facile vedere come l’idealismo di Amleto causi grandi problemi per lui,considerando la sua situazione. Se Amleto è veramente idealista in natura, e credo che lo sia, allora deve sempre fare ciò che pensa sia giusto.
Ciò che Amleto pensa sia giusto, tuttavia, si basa sui suoi valori. Tra i due valori che entrano in conflitto nel gioco ci sono la sua lealtà verso suo padre e la sua convinzione che l’omicidio di qualsiasi tipo sia sbagliato. Quindi non solo deve prendere la difficile decisione di scegliere tra due valori strettamente detenuti, ma deve anche agire sulla sua decisione – cosa che si rivela molto più difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.