Voci NBA: Buzz Intorno Buyout candidati Scadenza post-Trade

Ora che la scadenza commerciale è passato, il mulino voci sposta l’attenzione su un meno sfarzoso, ma probabilmente altrettanto importante settore: buyout.

Per chi non lo sapesse, i giocatori che vengono acquistati di solito hanno contratti in scadenza e giocano per squadre vincolate alla lotteria e di solito sono reclamati dai contendenti che hanno bisogno di un po ‘ di profondità in più nella postseason. Un notevole esempio di un buyout che funziona alla perfezione è durante la stagione 2017-18, quando i Philadelphia 76ers hanno acquisito Marco Belinelli e Eran Ilyasova dagli Atlanta Hawks, e i due hanno poi svolto un ruolo fondamentale nell’aiutare i Sixers a vincere la loro prima serie di playoff in sei anni.

Ci sono altre strade per acquisire giocatori, anche attraverso leghe internazionali e agenti liberi letterali, anche se le squadre ricorrono a questi metodi molto meno spesso.

Poiché la scadenza commerciale è passata solo giovedì pomeriggio, circolano solo alcune voci sui potenziali candidati all’acquisto. Ecco una carrellata della maggior parte di loro.

Non stare a Los Angeles

Dopo essere stato acquisito in un accordo che ha anche mandato avanti Marcus Morris ai Los Angeles Clippers, sembra che la guardia corta preferita di tutti non sia lunga per LA

Per David Aldridge dell’Athletic, i Clippers pianificano di scaricare Isaiah Thomas nei prossimi giorni.

Sono stati ovviamente alcuni anni difficili per Thomas. Dopo una svolta quasi folcloristica degli eventi con i Boston Celtics in 2016-17, ha giocato per quattro squadre nelle successive tre stagioni, senza mai sembrare riprendersi completamente dal grave infortunio all’anca di cui è stato vittima durante i playoff 2017.

Durante 40 partite di quest’anno con i Washington Wizards, Thomas ha avuto una media di 12,2 punti, 3,7 assist e 1,7 rimbalzi a partita con il 40,8% di tiro complessivo e il 41,3% di tiro da tre punti.

Pistons Probabile mantenere Reggie Jackson

Nonostante giocare su un contratto in scadenza pesante e togliere minuti dal sesto uomo straordinario Derrick Rose e giovani giocatori come Bruce Brown, sembra che i Detroit Pistons vogliono mantenere il loro playmaker in carica, Reggie Jackson.

Secondo Vincent Goodwill di Yahoo Sports, un buyout per Jackson è un’opzione ma è stato definito “prematuro” per ora.

La buona volontà non ha fornito motivi per cui i Pistons sono restii ad acquistare Jackson dal suo contratto, ma Detroit ha funzionato in gran parte senza di lui comunque in questa stagione. L’ex Boston College Eagle ha giocato solo 10 partite in questa stagione a causa di una frattura da stress alla schiena e sta sparando solo 37.5 per cento dal campo quando in campo.

Nonostante una richiesta commerciale, Thompson non va da nessuna parte

Un rapporto recentemente emerso da Joe Vardon dell’Athletic che affermava che Tristan Thompson e il suo campo stavano dando la priorità a uno scambio fuori da Cleveland. Non è chiaro cosa sia successo nei due giorni successivi alla pubblicazione di quel rapporto, ma Thompson non solo non è stato scambiato, ma probabilmente finirà anche questa stagione con i Cavaliers.

Per Aldridge, Cleveland prevede di tenere Thompson in giro per il resto della stagione e non lo comprerà. Ciò è particolarmente curioso perché i Cavaliers hanno scambiato per il centro Pistons Andre Drummond alla scadenza, privando essenzialmente Thompson del suo solito posto nella formazione di partenza.

Fino a questo punto della stagione, il 28enne aveva avuto un anno di carriera, in media 11.9 punti, 10.4 rimbalzi e 2.1 assist a partita su 50.8 per cento tiro complessivo. Ora sembra che sarà solo arrivare ad andare direttamente alla libera agenzia nel mese di luglio.

Turner attira l’interesse dei contendenti orientali

Per Sean Deveney di Heavy.com, ex Hawk Evan Turner, ora temporaneamente dei Minnesota Timberwolves, ha l’attenzione di due contendenti della Eastern Conference: i Boston Celtics e Miami Heat.

Deveney riferisce che se Turner deve essere acquistato—non una certezza—allora le due squadre che occupano il terzo e il quarto seme nella foto dei playoff orientali inseguiranno Turner.

Turner, ovviamente, ha trascorso due stagioni con i Celtics dal 2014 al 2016, con una media di 10 punti, 5 rimbalzi e 5 assist a partita come conduttore della seconda unità di Boston. Dopo aver deluso per diversi anni con i Philadelphia 76ers e gli Indiana Pacers, il tempo di Turner con i Celtics è stato ampiamente considerato un passo avanti nella sua carriera, e l’allenatore Brad Stevens è stato accreditato per capire il modo più efficace per usarlo.

Deveney nota che la riunione potrebbe essere complicata perché Boston non ha un posto di roster disponibile. Ma se i Celtics sono così investiti nel portare Turner, troveranno un modo per farlo funzionare

Per quanto riguarda gli Heat, erano tra le squadre più attive alla scadenza, acquisendo sia Andre Iguodala che Jae Crowder dai Memphis Grizzlies e inseguendo caldamente Danilo Gallinari dagli Oklahoma City Thunder, per Adrian Wojnarowski di ESPN, anche se quel sentiero è andato freddo prima di 3 pm ET.

L’acquisizione di Turner avrebbe anche senso per loro; hanno perseguito la profondità della seconda unità e la leadership dei veterani, e si adatta bene a entrambi i criteri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.